..................................................................................................

_________________________________________________________________

domenica, ottobre 11, 2009

Lambda

Metti un segno.
Sul foglio bianco o sulla tela metti un segno.
Quel segno germoglierà.
Non si sa ancora in cosa si trasformerà.
Potrà essere un aborto o Venere e Apollo.
Ma se non metti un segno ci sarà solo il nulla.

Il segno è lambda e lambda è Sparta.

Non amo le guerre.
Di solito sono guerre altrui.
Non mi hanno cresciuto soldato. Non appartengo a nessuna truppa.
Quando marcerete verso una scarica di mitraglia io sarò un passo dietro a voi a farmi scudo col vostro corpo perchè non sono un soldato.
Non mi hanno cresciuto a colpi di frusta ma quando ero dolorante lamentarsi era il secondo dei più grandi peccati, dopo quello di buttare via il cibo.
Quando, ormai veterani, vi vanterete delle vostre ferite io piangerò delle mie perchè ho mancato nella difesa del mio corpo e rimpiangerò di non aver ucciso prima tutti quelli che mi hanno ferito.
Non mi hanno cresciuto con l'ossesione delle armi ma quando vedo un katana mi sento vicino a una tra le più perfette creazioni umane.
Quando non ce la farete più a sopportare la vergogna di voi stessi e cercherete quella che chiamate onorevole morte io vi guarderò con disprezzo. L'unico dovere del guerriero è sopravvivere per poter fare il prossimo passo della sua marcia, per poter infliggere il prossimo colpo.

Metti un segno e chiamalo lambda.
E lambda è Sparta.
Aspetta che quel segno cresca e che maturi.
Siediti a guardare il tempo che lo cancella.

La città di Sparta non è che una pianura desolata.
Ma la città di Sparta non è Sparta.
Non ho mosso un dito per difenderla dallo scorrere del tempo.
Io non sono un soldato. Sono un guerriero. Io decido le mie guerre.
Io combatto per le idee, non per le bandiere. Difendere le bandiere sono solo guerre perse.
Io decido le mie guerre e le devo vincere.
Lasciate che gli spiriti dei soldati rimpiangano le solide mura di quella città. Che vaghino nella desolata pianura. Che il loro nulla dimori in quei pochi ruderi che stanno per scomparire.

Metti un segno che si chiama lambda.
E lambda è Sparta.
Guardalo soffrire e guardalo morire.
Non fare nulla.
Non aiutarlo, non difenderlo.
Non aiutarlo nemmeno a morire.

Sparta vive.
Perchè io sono Sparta. Io sono un guerriero e sono Sparta. Io decido le mie guerre e la mia guerra è Sparta e Sparta sono io.
Non tentate di fermare la mia marcia. Devo fare il prossimo passo perchè Sparta continui a vivere. Non provate a fermarmi, estrarrei il mio katana e vi ucciderei con un solo fendente. Senza emozione. Non cercate di fermare la marcia di Sparta. Non provate a fermare il guerriero che combatte la sua guerra.

Metti un segno su un foglio bianco o su una tela.
Chiamalo lambda e lambda è Sparta.
Lambda è Sparta e Sparta sono io.
Metti un segno.
Guardalo a vivere e a morire ma non fermarlo.
Guarda un segno che cammina.
Osserva lambda mentre marcia ma stalle ben lontano.
Metti un segno ed è un guerriero che combatte la sua guerra.
Non cercare di fermare la sua marcia se tieni alla tua vita.
Metti un segno che è te stesso.
Metti un segno che è lambda e Sparta ed io.
Guardati a vivere e a morire ma non fermare la tua marcia.
Non fermarti e combatti la tua guerra.
Sparta vive.

Nessun commento: