..................................................................................................

_________________________________________________________________

domenica, settembre 29, 2013

Serata televisiva

Domani in TV c'è il commissario Montalbano, che è un ottimo documentario sul barocco siciliano e un'ode al muro a secco e non me lo voglio perdere.

Questa sera guardo il video seguente, breve , chiaro e anche divertente. Non devo neanche accendere la TV per guardarlo.


venerdì, settembre 27, 2013

Il doodle di google di oggi con un mio sentito vaffa'n'culo al compleanno di google e a tutto il resto.

Oggi con google ho vinto 157 caramelle, mi sono chiesto se sia normale giocare alla pentolaccia virtuale a 51 anni e, cosa più importante, mi sono dimenticato cosa volevo ricercare.

MA VAFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFF

La Pianista (2001)







Musica.

Non siamo solo pensiero.
Non siamo solo carne.

Le parole più agghiaccianti, per motivi personali, che ho sentito in un film:
"E le ricordi di esercitare la mano sinistra."

Silenzio






mercoledì, settembre 25, 2013

Thinking, smoking


Fotografo, modello, macchina fotografica compatta tra le meno care su un cavalletto, una torcia a led, uno specchio per vedere quello che stavo riprendendo,  tutto da solo.
Sono orgoglioso del risultato. Dovrei scrivere un libro solo per mettere questa foto come copertina.

:-)


martedì, settembre 24, 2013

Uova alla cock

E gira di qua, e gira di là, sono capitato in un sito bdssmmsdsmm (odio le sigle ma credo si capisca). Una specie di facebook del bdsbdfmmssnffs e del fetishhhhhhhhhhhhhhhhhhh (odio le sigle e si capisce sempre meno).

Dopo 2 settimane mi sto già scassando la minkia. Tranne un paio di contatti, di cui una una vecchia conoscenza di second life, DIO BONO!!! Ma come se la tirano!!! Ho paura che si strappi il monitor da come se la tirano.

Ultima cosa che ho scritto, e che non leggerà nessuno, ma con me è normale così, anche se mi leggono qui , là o in altri posti ancora mica mi capiscono. Non mi capisco nemmeno io del resto...
Comunque ho scritto questo:

"Ma il sense of humor è stato bannato da questo sito o che altro?"

E poi per partecipare alla festa ho scattato ed inserito anche in quel posto, fetlife si chiama, questa foto...che non so se l'ho fatta col culo ma il soggetto fotografato senz'altro.

Uova alla cock







domenica, settembre 22, 2013

-(??)- _[.][.]_

-(??)-     :"Ma perché chiedersi sempre il perché?"

_[.][.]_   :"Sei stato sopraffatto dal vizio, attento alle overdose".

sabato, settembre 21, 2013

Chiedersi cos'è l'arte...

Chiedersi cos'è l'arte non è arte.

(-OO-) _[.][.]_

(-OO-)  : "Democrazia diretta subito!"

_[.][.]_  : "Ah sì, da chi?"

venerdì, settembre 20, 2013

regalo di matrimonio

Un tot di anni fa, 2001, 2002 o giù di lì, un mio compagno di scuola e amico, anche se non proprio strettissimo, si sposò.
Alla coppia, ancora convivente, regalai questo libro:


Quando portai loro il regalo, qualche mese prima del matrimonio, lei mi disse che sarebbe potuto servire quando avrebbero litigato. Lui lo guardò e considerò, da laureato in storia, che, visto il tipo in copertina, sarebbe potuto diventare un reperto storico.

mercoledì, settembre 18, 2013

Economia 2, la vendetta

La realtà è quella cosa che, anche se smetti di crederci, non svanisce. (Philip Dick)

Lezioncina breve breve, fatta di una sola citazione ma carica di profondi e non reconditi significati.

domenica, settembre 15, 2013

_°°_ _[.][.]_

"Sono vivo!"
"Non preoccuparti, poi passa."

Buonanotte

Seguendo un corso, non sto scrivendo di Napoleone, di economia politica - capitano quei pomeriggi in cui non si ha voglia di fare la calzetta, pulire i cessi o altre attività utili alla sopravvivenza dell'umanità - magari potrete sentire delle cazzate fatte dai vari governi passati (ma è tutta colpa dei comunisti che poi vanno in mercedes) tipo portare le industrie siderurgiche al sud per portare lavoro. Un po' ne portano, certo, ma non creano un grande indotto. Arrivano i rottami di ferro, li si fondono, si trafilano o laminano e si porta via il manufatto. Morta lì. Niente aziende di semilavorati, niente piccoli imprenditori per eseguire parti particolari come invece potrebbe fare l'industria automobilistica. Vero che ci hanno tentato con l'alfasud ma è meglio stendere un velo pietoso.
Quello che mi lascia lì, in una situazione come quella italiana, dove la debolezza è sempre stata il non avere grandi industrie, tranne poche,il che ci consente di sopravvivere meglio alle crisi perchè spalma sul territorio i disgraziati senza lavoro invece di concentrarli, è la deificazione in atto del piccolo imprenditore, e per pigliar più voti ci mettono pure il medio, che non becca più soldi in prestito, non produce, non vende, gli arrivano le tasse (ahi ahi ahi che brutta parola), non può più far il pieno alla porsche  e va davanti ad equitalia e si suicida.
Com'è quella storia che in Kapitalismus l'imprenditore rischia e se riskio va male fallisce?
Chi cazzo votava la DC, PSI e poi il Berluskpartei?
Solo i contadini e i manovali?
E' tardi, domani piove, il governo è sempre e comunque ladro e io vado a nanna.



venerdì, settembre 13, 2013

Lenin

Che fare?
Mi pare l'abbia scritto Lenin e non trattava di Facebook... mi pare.
Comunque se in paio di giorni di commenti del cazzo, ma neanche tanto - che va bene essere umili ma non tanto idioti da non sapere che quello che si è scritto tanto idiota non è - l'unico che dà segni di avere letto quello che ho scritto è un tal Longinus che mi risponde, per controbattere la mia presa per il culo, con un articolo del Giornale - il Giornale cazzo!  non un giornale ma il Giornale - c'è qualcosa che non va.
A parte lo schianto di coglioni a leggere che c'è ancora qualcuno che  legge e cita il Giornale per continuare a recitare la litania dei magistrati politicizzati cattivi e rossi, a parte questo c'è qualcosa che non va.
Non so se sia io, se siano gli altri o il mezzo di trasmissione ma c'è qualcosa che non va.
E non pensate che voglia disperatamente essere letto.
Imparate a guardare quello che non c'è. E' già difficile interpretare quello che c'è e vi chiedo di guardare quello che non c'è...vabbè.
Nemmeno qui, su sto cazzo di blog, ho messo la funzione perchè qualcuno possa seguirmi. Non è un caso.
Seguirmi per cosa poi?

Mi sono veramente rotto la minkia di 'ste merde di social network, è quasi meglio il Giornale!

giovedì, settembre 12, 2013

Che fare?

Chiudere l'account di FB (diretta conseguenza di Second Life) che ho con il nome dell'avatar presuppone che verranno cancellati tutti i commenti che ho disseminato in giro (di quello che ho scritto sul "diario" mi frega poco....a cosa stai pensando? AI CAZZI MIEI) non è simpatico.
Ho già cancellato il primo account, quello con nome e cognome, perchè l'avevo fatto solo per SL e, a me persona reale, FB non piace proprio.
Del resto in Sl non entro praticamente più...che me ne faccio di questo?
A discussioni non mi va di partecipare come cartone animato (e anche in assoluto, tranne rari casi), tranne che per 4 gatti è come non esistere e, per di più, a volte leggo cose che mi fanno rabbrividire.
Che bello quando c'era solo l'email!

mercoledì, settembre 11, 2013

Lavori complicati

Scrostare il ghiaccio da un freezer con un bambino di 4 anni e un gattino di circa 2 mesi è un lavoro complicato.

mercoledì, settembre 04, 2013

Femen a Venezia

Sono andato a vedere le news alla tele e ho beccato un servizio sulla mostra del cinema a Venezia.
C'erano le Femen, invitate. Passerella e foto di gruppo con sfondo rosso.
Avevano qualcosa scritto sul petto ma, siccome il medium è il messaggio, come diceva McLuhan, io mi sono fermato a guardare le tette.
In questi tempi in cui non so se sia finita la guerra termonucleare tra Nord Corea e Stati Uniti, in cui l'esercito fa una rivoluzione in Egitto un anno sì e uno no, in cui in Siria usano le armi chimiche anche se fossero solo scacciacani, perchè sparare a sale (NaCl) è indubbiamente usare un composto chimico e se ti colpisce un nervo è qualcosa di nervino, e brucia, cazzo se brucia...ecco, a me ignorante, a me stolto, a me fesso è balenata in testa solo una domanda.
Ma se si ha di più della seconda scarsa non si può fare la Femen?

Condivisioni su Facebook

Vedo che su FaceBook va molto di moda condividere frasi e fotografie raccattate durante le peregrinazioni nel web.
Cose per tirarsi e tirare su di morale o aumentare l'autostima del tipo: "Io sono il comandante della mia nave e non mi chiamo Schettino" oppure "Nessun pranzo é gratis e anche la fila alla mensa dei poveri è molto lunga" o anche " Sono figo e chi mi dice che sono figo è figo anche lui: metti un mi piace che ti metto un mi piace così ci piacciamo", cose così.
Non considero tutto il filone delle condivisioni appartenenti alla categoria "è sempre colpa di qualcun'altro" perchè sono tristi di loro e non mi sento d'intristirle ulteriormente. D'altronde basta fare un giro al mercato e questo tipo di condivisioni circolano da sempre, da ben prima di Fb, internet o addirittura dei transistor.

Voglio, questa sera prima di andare a letto, condividere qualcosa anch'io per non sembrare troppo antiquato, riservato e demodé.
Per la serie "Siamo tutti economisti", categoria tra le più condivise, scopiazzo e incollazzo da wikipedia (pagina in italiano inesistente su wiki):

http://en.wikipedia.org/wiki/The_Theory_of_Interstellar_Trade

The Theory of Interstellar Trade
From Wikipedia, the free encyclopedia
Jump to: navigation, search

The Theory of Interstellar Trade[1] is a paper written in 1978 by economist Paul Krugman. The paper was first published in March 2010 in the journal Economic Inquiry.[2] He described the paper as something he wrote to cheer himself up when he was an "oppressed assistant professor," caught up in the academic rat race. [3]

Krugman analyzed the question of

how should interest rates on goods in transit be computed when the goods travel at close to the speed of light? This is a problem because the time taken in transit will appear less to an observer traveling with the goods than to a stationary observer.

Krugman emphasized that in spite of its farcical subject matter, the economic analysis in the paper is correctly done. In his own words,

while the subject of this paper is silly, the analysis actually does make sense. This paper, then, is a serious analysis of a ridiculous subject, which is of course the opposite of what is usual in economics.

Commentary

Responding to the paper, economist Tyler Cowen speculated on how time travel affects time preference discounting.[4]

My own puzzling focuses on the determinants of real interest rates, given how time dilation changes the meaning of time preference. As you approach the speed of light you move into the future relative to more stationary observers. So can you not leave a penny in a savings account, take a very rapid spaceflight, and come back to earth "many years later" as a billionaire? Hardly any time has passed for you. In essence we are abolishing time preference, or at least allowing people to lower their time preference by spending money on fuel. I believe that in such worlds the real interest rate cannot exceed the costs at which more fuel can "propel you into the future through time dilation."

Assume you have a spaceship that can approach lightspeed and thus you can make, say 1000 years, seem like 10 years. If you can gain the time value of money 100x faster, that effectively makes the interest rate 100x higher for you. Thus time preference is meaningless. This is a problem for economic theory. Krugman's solution is to force the interest rate to correspond to the cost of making the trip.

Here is the standard compound interest formula:

FV = PV(1+i)n

Fuel costs for the above trip are $X. Let's say you have $1000 to invest and wonder whether it's worth taking a near-lightspeed voyage to increase your return 10 subjective years from now.

Stay on earth:

A = $1000(1 + i)10

Take trip:

B = ($1000(1 + i)1000) – $X

Krugman says that its necessarily true that A=B, for time preference theory to stay consistent; thus it will be driven by X. In the future, given a free market, spaceship fuel costs will be the primary determinant of interest rates. The less the fuel cost, the less the interest rate, and vice versa.
Related theories and publications

In 2004, Espen Gaarder Haug published a theory he titled "SpaceTime-Finance" in Wilmott Magazine to show how a series of finance calculations had to be adjusted to avoid arbitrage when hypothetical traveling at very high velocities relative to other observers (traders). He illustrated how such necessary adjustments already could be measurable at the speed of the space shuttle, but also that such calculations and adjustments was of little or no practical relevance today since we all are moving at the nearly same speed relative to the enormous speed of light.

In 2008, John Hickman at Berry College, Georgia USA published in the Journal of Astro Politics an article related to the political and cultural obstacles that could be related to hypothetical interstellar trade.

domenica, settembre 01, 2013

Pornosaiti





Mi sono iscritto, pochi mesi fa, ad un sito porno, non tanto per i video, per quelli basta avere una connessione ad internet senza nessun'altro tipo di iscrizione, ma perchè mi ero accorto, navigando al suo interno, che c'era una componente sociale. Non complessa come quella di Facebook, ma almeno la possibilità di presentarsi, per lo più attraverso avatar (gli avatar maschili sono spesso rigidi e turgidi ma anche quelli femminili non hanno una sostanziale differenza rappresentativa essendo aperte e umide), di avere una lista di "amici", di scambiarsi messaggi e altri tipi di interazioni grafiche, c'è.
Che questo servizio si chiami "dating"  non fa di me un fesso che crede che basti iscriversi ad un sito per poter scopare ogni sera con una donna diversa, o con più donne diverse, oppure con comitive di vario genere e transgenere, incatenati o no. Sono abbastanza vecchio per poter dare un giusto peso alle cose nonostante i loro nomi. Non si trattava di cercare appuntamenti facili ma di cazzeggiare, e la possibilità di un cazzeggio divertente, da quello che avevo visto e letto c'era (il sito è completamente accessibile anche senza iscrizione, quella serve solo per poter scrivere e comunicare con altri). Ogni conoscenza reale nata in rete è sempre qualcosa in più, e non è detto che si debba finire a letto solo perchè ci si è conosciuti in un sito porno. A me sembra una cosa elementare.
Mi convinco ad iscrivermi anche grazie ad una  caratteristica che, credo concorderete con me, è estremamente attrattiva. Il sito, tranne un servizio premium di cui non so nulla, ma anche senza premium si ha a disposizione praticamente tutto, è completamente gratuito.

Anticipo che l'esperienza è stata deludente.

Scelgo come avatar un simbolo del bdsm, compilo il mio profilo con informazioni reali, anche se abbastanza generiche per salvaguardare il mio anonimato e aspetto.  Non vado mai di corsa e, nonostante avessi visto già molto preferisco guardarmi attorno ancora un po' per conoscere meglio l'ambiente.
Dopo 15 giorni/un mesetto non succede niente o quasi.  Qualcuno passa dal mio profilo ma poche, praticamente nessuna, richieste di amicizia. Le poche che arrivano sono di gente che sparisce immediatamente dopo. Con immediatamente intendo il giorno dopo l'iscrizione o il giorno stesso.
Mi decido a muovermi, anche perchè la noia di leggere profili altrui senza che ci sia nessun genere d'interazione mi sta sopraffacendo.

Mando ai profili femminili e non evidentemente falsi, molti non sanno nemmeno usare photoshop ed è evidente già nelle foto che scelgono di pubblicare che sono uomini mascherati, qualche simpatico messaggio o commento alle foto, oppure ai video che sono pubblicati nel loro profilo. Per simpatico intendo, a seconda di quello che è scritto nel loro profilo, apprezzamenti che vanno da "sei bellissima", passando per "sei una gran porca" fino a "sei una troia che merita solo di essere sbattuta su un marciapiede ed essere ricoperta dello sperma di tutti i passanti". Prego il gentile pubblico di notare che tutti i precedenti messaggi non sono minimamente irrispettosi o gratuitamente insultanti, sono solo adattati a particolari profili di persone.

Mi accorgo che anche così facendo i contatti sociali restano pressoché assenti. Le risposte si contano sulle dita di una mano e non vanno oltre il generico grazie e la maggior parte dei messaggi che mando non vengono nemmeno letti.

Da vecchio, se non vecchio almeno maturo, avatar di Second Life, anche se il mio nickname in quel sito è diverso, conosco la sproporzione tra uomini reali e donne nelle land per adulti di SL. Solo che nel pornosito la sproporzione tra uomini, contando come uomini gli uomini propriamente detti, indipendentemente dalle loro preferenze sessuali, e quelli che si presentano come donne e le poche, pochissime donne è talmente alta da far impallidire la land più adult delle land adult di second life. Credo di non sbagliare di molto stimando in meno del 10% la presenza femminile, comprendendo le dolci metà di coloro che si presentano come coppia. La cosa è evidente fin dai primi giorni anche se, a differenza di SL, ci sono meno lesbiche, vere o presunte. Di questo non so spiegarmi il perchè.

A diferenza di SL, in cui comunque avevo amici fin dai primi giorni e quando entravo, ai primi tempi, non ero quasi mai solo, faccio una cosa mai fatta in quel mondo virtuale.  Vinto dal silenzio ma ancora curioso mi metto a mandare inviti d'amicizia quasi casuali a raffica.

In parte la strategia funziona. Almeno numericamente la mia lista si allunga (alla fine, dopo circa 3 mesi, arrivo ad avere una lista di oltre 300 persone di all over the world). Ma per quanto riguarda i contatti, fosse solo lo scambio di poche battute, non cambia molto. Data la sproporzione tra maschi e femmine non si può nemmeno parlare di chat, mentre sta parlando con te la tipa parla almeno con altri 10 maschi e per avere risposta devo aspettare anche più di 10 minuti, quando c'è risposta perchè non è raro che il discorso cada.

Succede che comunque, dati i grandi numeri, e per me 300 persone sono veramente un grandissimo numero, un po' di contatti decenti si trovano. Qualcuna, per la maggior parte straniere, con cui scambiare qualche riga, salutarsi quando ci si vede online, scambiarsi qualcosa di privato. E, lasciatemelo dire, se invece di the apple is on the table mi avessero insegnato l'inglese con the cock is in the pussy io sarei quasi un anglofono madrelingua adesso.
Su queste cose Second Life mi ha insegnato molto, e rispetto al pornosito devo dire che è sicuramente molto meglio, nonostante la mia nota antipatia per i cartoni animati.

Un paio dei contatti femminili che ho avuto sono italiane.
Una è la sweet di una coppia cuckold (cornuto contento), anche abbastanza vicina al mio domicilio per non pensare che un giorno ci si possa conoscere...dopotutto se lei è contenta, se anche il marito è contento perchè mai non dovrei poterlo essere anch'io?
Ma, nonostante non mi sembri un fake, pure quella è sparita senza salutare.
L'altra una delusione. Io sono molto deluso quando scopro che una persona che sembra interessante si rivela, a freddo, una bambina. No, non per età anagrafica ma come comportamento. Non saprei come altro definire qualcuno che ti dice che ci tiene all'anonimato, che cerca amici fidati e dopo un po' di chat, di botto, mi dice, senza che glielo chiedessi, il nome (non il cognome, almeno quello...) dove abita (solo la città... bambina, non completamente stupida)  ti fa capire quanti anni ha, ci si scambia email e skype, ti fa vedere le sue foto (se mai l'incontrassi la riconoscerei), arriva a considerare il fatto, tutto da sola senza nessun invito da parte mia, di prendere un caffè assieme, nonostante non siamo propriamente vicini di casa e quando mette altre foto, no tu no! Queste sono solo non per pochi ma per pochissimi, non più di 10 persone.  Ora...la fiducia la dai o non la dai. Io non aspiro a diventare l'undicesimo manzo nella tua stalla, ma sta attenta, mica tutti sono come me, è facile trovare matti in rete. Così è prendere per il culo la gente.
Cancellata dai contatti, tranne che in quel sito dove spero che sia lei a bloccarmi, sto anche scrivendo questo per non punzecchiarla troppo. Dimostrava anche una buona cultura e continuo a percepirla (non voglio dimostrare nulla, non voglio controllare nulla e mi basta la mia percezione)  come vera, una persona vera...nonostante il suo comporatamento un po' mi dispiace, aveva anche il gusto della battuta.
Poi si lamentano degli stalker!

Quindi, avvicinadomi alla conclusione di questo rapporto, devo dire che l'esperienza per me è stata una via di mezzo tra la noia e la tristezza, con rari sprazzi di divertimento...oltre che il solito laboratorio linguistico, che ho imparato a sfruttare nelle land adult di Second Life. Ed è per questo motivo che non mi cancellerò dal pornosito, per mantenere allenato il francese e sforzarmi di rendere un po' migliore il mio pessimo inglese. Oltre che cazzeggiare, ovviamente.
Ma lo sapete che le prime volte che giocavo in SL, in quelle land, avevo aperto il vocabolario sulle ginocchia?
Altro che seghe!

Voglio concludere, per non smentirmi, con una dotta citazione tratta dalla poesia A' Livella di Totò. La frequentazione di quel pornosito e le conoscenze ivi fatte, forse, mi hanno fatto capire la mia attrazione per i cimiteri e argomenti ad essi affini. Gli ultimi 2 versi di questa poesia infatti recitano:

Sti ppagliacciate 'e ffanno sulo 'e vive:
nuje simmo serie... appartenimmo â morte!".