..................................................................................................

_________________________________________________________________

domenica, settembre 15, 2013

Buonanotte

Seguendo un corso, non sto scrivendo di Napoleone, di economia politica - capitano quei pomeriggi in cui non si ha voglia di fare la calzetta, pulire i cessi o altre attività utili alla sopravvivenza dell'umanità - magari potrete sentire delle cazzate fatte dai vari governi passati (ma è tutta colpa dei comunisti che poi vanno in mercedes) tipo portare le industrie siderurgiche al sud per portare lavoro. Un po' ne portano, certo, ma non creano un grande indotto. Arrivano i rottami di ferro, li si fondono, si trafilano o laminano e si porta via il manufatto. Morta lì. Niente aziende di semilavorati, niente piccoli imprenditori per eseguire parti particolari come invece potrebbe fare l'industria automobilistica. Vero che ci hanno tentato con l'alfasud ma è meglio stendere un velo pietoso.
Quello che mi lascia lì, in una situazione come quella italiana, dove la debolezza è sempre stata il non avere grandi industrie, tranne poche,il che ci consente di sopravvivere meglio alle crisi perchè spalma sul territorio i disgraziati senza lavoro invece di concentrarli, è la deificazione in atto del piccolo imprenditore, e per pigliar più voti ci mettono pure il medio, che non becca più soldi in prestito, non produce, non vende, gli arrivano le tasse (ahi ahi ahi che brutta parola), non può più far il pieno alla porsche  e va davanti ad equitalia e si suicida.
Com'è quella storia che in Kapitalismus l'imprenditore rischia e se riskio va male fallisce?
Chi cazzo votava la DC, PSI e poi il Berluskpartei?
Solo i contadini e i manovali?
E' tardi, domani piove, il governo è sempre e comunque ladro e io vado a nanna.



Nessun commento: