..................................................................................................

_________________________________________________________________

sabato, agosto 17, 2019

Gimondi




La foto mostra una borraccia da ciclista che tengo in una libreria vicino alla scrivania dove sto scrivendo, l’unico mobile libreria chiuso da ante di vetro che c’è nel seminterrato che io chiamo crypta, dove conservo gli oggetti – i libri sono comunque oggetti – che risalgono a tanto tempo fa e che mi sono più cari, per quanto non abbiano più una immediata utilità.
La borraccia è rovinata. L’ho usata per molti anni e ancor di più chilometri con la bici da corsa che avevo.
Risale alla metà degli anni ‘70, un anno in cui il giro d’Italia terminava a Milano. Anche se quest’ultima informazione è abbastanza inutile – quasi tutti i giri terminano a Milano – quell’anno due miei cugini, più anziani di me, che abitano in questa città andarono a vedere l’ultima tappa.
Qualche settimana dopo c’incontrammo e, tenendo uno di loro questa borraccia in mano, così mi dissero: “All’ultimo giro eravamo all’esterno di una curva e vediamo nel gruppo Gimondi che butta via la borraccia. È rotolata proprio dove eravamo noi, ai nostri piedi. Non abbiamo dovuto fare altro che raccoglierla. C’era dentro ancora del the”.
Annusai e ne sentii l’aroma.
“Tieni, è la borraccia di Gimondi, tienila tu”.
Il ragazzino che ero fu felice.

Non posso dimostrare, né ho alcuna intenzione di farlo, che questa sia veramente la borraccia di Gimondi.
Ma, come per le reliquie – e posso ben dirlo io che vivo in una parrocchia dedicata alle ossa di 2 uomini di Neanderthal spacciati per santi – non contano tanto gli oggetti in sè quanto le storie che raccontano.
E qui la storia è che io ho pedalato per anni insieme alla borraccia di Gimondi.

Addio

venerdì, agosto 09, 2019

Con tutto quello che succede nel mondo

Con tutto quello che succede nel mondo di elezioni, di governo balneare o di riappacificazioni con bacio bagnato in bocca sapete quanto me ne può fregare?
Anche perché, dopo aver tirato per un anno abbondante la volata a uno che si è occupato solo della propria propaganda, hanno ben poco di cui lamentarsi i gne gne gne gne gne (5 gne) che hanno inventato il governo fondato sul diritto privato, un contratto tra le parti.
Che si rivolgano a un giudice civile, invece che al popolo, ora.


lunedì, luglio 29, 2019

Dalle cronache su un lontano pianeta

Dovete sapere che su quel lontano pianeta la specie più vicina all'intelligenza ha la strana abitudine, per difendersi dai ladri, di affidarsi agli assassini.

sabato, luglio 27, 2019

Il mandato zero

Il mandato a cagare no?

venerdì, giugno 28, 2019

Spezzeremo le reni all'Olanda?

Non solo alle ONG?

sabato, giugno 15, 2019

ex-papiminkia

I papiminkia si reggevano sui soldi del papi.
A questi rimane solo la minchia, che hanno in testa.
E tra essere soci o complici, non vedo differenza.

lunedì, maggio 27, 2019

Oh la madonna!

[BESTEMMIA] d'una madonna
e tutti gli angeli in colonna.

Le prossime leggi  che verranno approvate dal governo : erosione delle Alpi che ci difendono dalle invasioni barbariche dei banchieri svizzeri, deriva dei continenti che è perfino peggio delle ONG che vanno a prendere i migranti terroristi direttamente a casa loro, migrazioni di specie animali che non vengono qui a lavorare, magari gratis, saranno dichiarate fuori legge e multa a chi ospita le rondini sotto le proprie grondaie.

D'altra parte l'unica alternativa a questa scrittura privata che chiamano governo è Rosario Fiorello, ma solo per il rosario.



mercoledì, maggio 22, 2019

Titolo di una soluzione di sangue nel Mediterraneo

E al prossimo governo, invece degli interni, prenderà la difesa (eufemismo che sta per ministero della guerra).
Così potrà usare i sottomarini.
Quota periscopica.
Tubi di lancio pronti.
Fuori uno.
Fuori due.
Colpita e affondata.

E grazie ai soci.

martedì, marzo 26, 2019

Scusa, scusati, chiedi scusa...

Però oggi leggo che anche il Messico ha chiesto alla Spagna di scusarsi per le violenze di 500 anni fa.
Sarà che le scuse, oltre a non servire a un cazzo, costano anche un cazzo chiederle.
Ma i conquistadores erano terroristi?

lunedì, marzo 25, 2019

Vive la France!

Io vivo in uno stato che ha amnistiato, grazie a una legge del 1946 indiscriminatamente applicata ben oltre la sua lettera, migliaia di fascisti, alcuni dei quali responsabili di delitti a rilevanza penale.
Oggi mi tocca sentire, al tg, la solita predica sulla "democrazia", sui "servitori dello stato", sullo "assassino comunista"... sui terroristi (mentre nei tg esteri si usa l'espressione " militante comunista", "estremista di sinistra"... perchè di terrorismo, con tutta la mia buona volontà, proprio non ne vedo traccia).
E, dulcis in fundo, un noto direttore di tg, si spinge a chiedere le scuse di Francia e Brasile per aver "ospitato" un cotanto pericoloso criminale.
Amen.

mercoledì, gennaio 23, 2019

Novità in scena

Fino pochi decenni fa gli Stati Uniti i colpi di stato nel loro giardino di casa li controllavano dalla sala regia. Diciamo che erano un aiuto regista che non appariva nemmeno nei titoli di coda.
Oggi li annunciano addirittura dal proscenio.
I canoni e le mode dello show business (soprattutto business) cambiano col passar del tempo; but the show must go on.

lunedì, gennaio 21, 2019

Ancora la sovranità monetaria

E meno male, ne sentivo la mancanza.
Il franco CFA è garantito dalla banca centrale francese, che aderisce al sistema euro.
State pronti al ritorno del ritornello: euro maledetto dai banchieri protetto!
Ma perchè invece del reddito di cittadinanza non li pagano per un'eterna vacanza?

sabato, gennaio 19, 2019

Se...

Se non ci fosse chi ti potrà salvare tu non partiresti.
Infatti prima della nascita della Croce Rossa non esistevano le guerre.
Non fa una piega, no?

domenica, gennaio 13, 2019

Scritto estremamente autocensurato

Il cittadino austriaco Cesare Battisti, che indossava una divisa dell'esercito del regno d'Italia, fu catturato.
Legalmente, e lui presente,  fu condannato a morte.
La sentenza fu legalmente eseguita; gli fu data la morte mediante impiccagione.
Immediatamente dopo - non è difficile trovare le foto in rete -  i presenti all'esecuzione della sentenza legale di fecero fotografare, alcuni sorridenti, con il cadavere. Per testimoniare al cittadino onesto di quello stato, colui che paga le tasse e vuole che le cose funzionino, che l'ordine legale era stato eseguito e rispettato, immagino.
Io, oggi, domenica 13 gennaio 2019, non ho nulla da festeggiare.

mercoledì, novembre 21, 2018

Il potere giudiziario ed esecutivo della strega

Un inceneritore su ogni nave, come giustizia comanda (color).

[Non avete mai giocato a "strega comanda color"?]