..................................................................................................

_________________________________________________________________

mercoledì, ottobre 21, 2009

Vacanze, presenze e solite assenze.


Ero seduto placido e rilassato vicino al bordo della piscina in un campeggio nell'isola di Corfù.
Un libro in una mano e una bottiglietta di latte al cacao ancora fresca nell'altra.
Io sono un maniaco del cioccolato.
Me ne stavo in pace a leggere e a sorseggiare quel nettare che, specialmente in una giornata calda come quella, riesce a spegnere ogni mio altro desiderio quando sentii alla mia sinistra la voce di un amico che stava seduto accanto a me:
"Ostia"!
L'esclamazione non turbò il magico momento che stavo vivendo. Uno di quei momenti in cui sono splendidamente solo anche se vicino a me ci sono decine di persone.
Ma a quel mio compagno di viaggio tutto questo non importava, non poteva conoscere il mio stato d'animo. Un libro e una bottiglietta di latte al cioccolato. Stavo brindando con gli Dei.
Non notando reazioni alla sua esclamazione continuò:
"Cazzo, Marco, ma tu cosa ne pensi"!?
Alzai lo sguardo dal libro, lui stava guardando nella direzione della mia bottiglietta, bevvi un sorso e guardandolo dritto negli occhi pensai a cosa rispondere. Buono era troppo poco. Esagerare con le parole non avrebbe comunque reso, se non in minima parte, il piacere che stavo provando in quel momento e che lui stava cercando di rovinare con la sua insistenza.
Tirai, sempre guardandolo, un rutto di soddisfazione. Non sarà troppo fine ma era la cosa che meglio comunicava come mi sentivo.
Mentre riabbasso lo sguardo per riperdemi in me stesso sento i miei amici, ne era sopraggiunto un altro, che ridono rumorosamente.
Lì guardo sorpreso e un po' deluso dal fatto che la risata aveva interrotto quel mio stato di grazia.
"Oh Marco, ti chiedo che ne pensi di quella figa galattica e tu rutti"!?
Mi giro verso destra ed effettivamente, ad un paio di metri, c'è una bionda in due pezzi con tutte le cose al posto giusto, il davanti, davanti, il dietro, dietro, sdraiata a prendere il sole.
"Ma sono qua a leggere e a bere, che cazzo di domande mi fai"?!
Continuano a ridere:
"E già, ti si siede di fianco un pezzo di figa e tu leggi...Sveglia"!
Sorrido anch'io, un sorriso stirato:
"Ma andate a cagare, stavo così bene".

1 commento:

modesty ha detto...

sei la persona perfetta per una vacanza!

sul serio.