..................................................................................................

_________________________________________________________________

sabato, novembre 28, 2009

Ipotesi cervellotiche


Ripensando agli anni che ho vissuto, i primi, a certi comportamenti che non ho più avuto crescendo, non potendo dimostrare nulla devo limitarmi ad ipotizzare.
I miei primi anni di vita credo siamo serviti a costruire le difese per il mollusco.
Non so perchè ma, sempre credo non potendo sapere, il mio mollusco si sente quasi sempre minacciato e richiede forti mura per difendersi dalle minacce esterne.
E qui sta una contraddizione.
Il mollusco pensante si ciba con quello che viene dall'esterno.
Dunque per farlo stare bene devo contemporaneamente tenerlo al chiuso, protetto e difeso, e anche aperto all'esterno per farlo mangiare.
Vabbé...hanno inventato le porte per questo. Ma le porte sono la parte più debole delle mura.
Comunque sia devo indebolire le difese per farlo mangiare.
Ma io ho il mullusco diffidente, quella porta la devo controllare. Questo costa energia a spese del mollusco stesso.
A lungo andare il mollusco si stanca. Si stanca e sbaglia.
"Quello dovevo farlo passare...sono stato troppo diffidente...poteva essere interessante...poteva essere divertente". Pensa il mollusco.
Oppure, siccome ho un mollusco anche curioso, invece di controllare la porta si distrae a guardare il paesaggio oltre le mura e non si accorge che sta entrando un nemico.
Oppure il nemico si avvicina travestito, sembra inoffensivo, e mentre il mio mollusco controlla la porta si mette a scavare sotto le mura.
Lui niente, non guarda, non vede più. E' occupato a controllare da un'altra parte e l'invasore è ormai sotto le mura.
Credo che il mio mollusco oltre quelle mura abbia difese molto scarse.
Quando il nemico è ormai dentro non fa danni, fa macelli.

E' anche brutto finire con un Boh...?

Nessun commento: